Erasmus + Sport: tre giorni all’insegna dello sport a Ceresole

Dal 27 al 29 marzo Ceresole Reale sarà casa dello sport, con il grande meeting del progetto europeo Erasmus + Sport Let’s fit healthy lifestyle! The role of sport in regenerating deprived areas. Una tre giorni di incontri con sessioni di allenamento, laboratori di apprendimento ed eventi che coinvolgeranno amanti dello sport, manager sportivi e ricercatori internazionali.

Il progetto, promosso dall’assessorato allo Sport della Regione Piemonte e finanziato con oltre 235 mila euro di fondi UE, si pone l’obiettivo di incoraggiare e promuovere la partecipazione alla pratica sportiva e in particolare a quella del fitwalking, proponendo inoltre la creazione di linee guida comuni in collaborazione con diversi partner nazionali ed internazionali: Zemgale Planning Region (Lettonia), ADCS Carvalhais Sport, Cultural and Social Association (Portogallo), Croatian Mountaineering Association  (Croazia), Palencia Nordic Walking (Spagna), Municipality of Valga (Estonia), Scuola del Cammino Fitwalking (Italia).

Un’iniziativa che l’assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris ha così commentato:

Abbiamo la consapevolezza che l’attività fisica ben praticata garantisce benefici alla popolazione. Lo sport, infatti, giova alla salute, contribuendo alla prevenzione delle malattie ed alla riduzione della sedentarietà, ma soprattutto è utile strumento di crescita umana della persona, risultando anche un efficace forma di contrasto al disagio sociale. Perciò ho creduto in questo progetto, proponendo la Regione Piemonte come capofila tra i partner internazionali. Un punto di partenza importante per ampliare i confini dell’attività sportiva e dell’amicizia con molte realtà europee.

Questo progetto – ha dichiarato l’olimpionico e presidente dell’ASD Scuola del Cammino Maurizio Damilano è volto a  promuovere lo sport tra i cittadini quale mezzo per vivere al meglio il territorio guardando alla salute e al benessere. E muoversi a piedi in modo sportivo, come propone il fitwalking, è il modo migliore per avviare le persone ad una sostenibile pratica sportiva. Sono quindi certo che questo progetto europeo saprà contribuire all’attenzione verso il territorio, che attraverso gli altri partner varcherà le frontiere italiane esportando un modello vincente di sport”.

Il progetto, che coinvolgerà il territorio del Canavese, in particolare i Comuni della Valli Orco e Soana, prevede 3 fasi: dopo l’analisi dei bisogni locali nei 6 territori partner, con relativa raccolta e condivisione delle buone pratiche, si realizzeranno laboratori, azioni partecipative e scambi di esperienze sui metodi di insegnamento della pratica sportiva, con lo scopo di testare e adottare gli strumenti migliori per la promozione di sport e salute.

La fase conclusiva vedrà quindi azioni volte a incoraggiare e promuovere la partecipazione alla pratica del fitwalking, con la creazione di linee guida comuni e pubblicazione di un relativo e-book. In particolare, la Valle Orco, nel mese di novembre 2020, sarà sede del grande evento sportivo che concluderà il progetto.

Vogliamo dare continuità ad iniziative sportive – ha concluso l’assessore Ferraris – che quest’anno vedranno la Valle Orco grande protagonista, oltre che del progetto Erasmus +, anche della 13sima Tappa del Giro d’Italia e della Royal Ultra Sky Marathon, entrambe con base a Ceresole. Si tratta di occasioni di altissimo livello per far conoscere al mondo il nostro Piemonte e le montagne del Parco nazionale del Gran Paradiso.